Storie di famiglia 1: I Malavoglia

Vogliamo ora parlar di famiglie, / di quelle che fan gran letteratura, / tiriam ad Aci Trezza nostre briglie, / là dove con la pesca si pastura, / non siamo qui venuti per conchiglie, / ansiosi conosciamo la ventura / di ‘Ntoni e la famiglia dei Toscano, / la sorte avversa e ‘l Malavogliacambio poi di mano.

S’alternan le vicende, uno ‘l destino, / che sembra porti sempre e più miseria, / ci provan con l’affare del lupino, /a ripompare sangue nell’arteria, / ma ‘l Nespolo se n’ va pel suo cammino, / di vita gli rimane sol maceria. / Intanto ‘l giovan ‘Ntoni è di ritorno, / ma grane lui procura notte e giorno.

Dei lutti ci mancava di parlare, / del primo della prole e gran marito, / si perde nel profondo blu del mare / sperando di gran pesca lui partito, / Maruzza e poi ‘l nipote a continuare / a Lissa a dar battaglia e lì perito. / Ci resta cara barca Provvidenza, / ma presto ci sarà da fare senza.

Andando ancora avanti nella storia / due figlie ci rimangon da vedere: / una perde di sé virtù e memoria, / e l’altra coi nipoti sta a sedere, / son figli di chi dà di nuovo gloria / al nome tormentato in vesti nere. / Alessi chiuderà infine il cerchio / rimetterà a Pandora il suo coperchio.

Dite la vostra