Attacco alla privacy 1 – Nell’acquario di Facebook

Pensando di parlar di qualche tema, / soggiunse nella testa un Nell'acquario di facebookargomento: / potrebbe mica essere un problema / che tutti ci riguarda in ‘sto momento? / Con internet in tasca e sempre on line / i dati di noialtri sono in piazza, / e gente che a dormire non va mai / con quelli si diverte e poi c’impazza. / È questo forse il caso di feisbùk? / I dati a questo mostro noi li diamo, / siam noi tra feste, amici e coi menù, / e che fine questi fanno non sappiamo. / E allora apriamo un libro dedicato / che possa far più chiara la questione, / e analizziamo dato dopo dato / cercando poi di avere un’opinione. / Sorpresi, sia contenti o in disappunto / scopriamo i fatti nostri esser preziosi, / c’è chi della sua vita fa un riassunto, / e molti sono gli occhi a ciò golosi. / Magari fosser solo i più guardoni, / con certa gente c’è da stare attenti: / chi guarda a questi dati son predoni / e il minimo è di essere prudenti: / ti metton nelle lor categorie / fatte di tanta gente tutta affine, / per gusti, esperienze e stramberie, / e farci di bei soldi è il loro fine. / Di grana siamo solo i portatori, / a lor non interessa chi noi siamo, / disprezzano le storie ed i valori, / denaro sol per loro noi valiamo. / E allora stiamo attenti, o internettari, / di non finirci noi in quella rete, / non siamo gli interessi monetari, / davvero siamo più di sol monete.

Dite la vostra

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi