Best seller sotto l’ombrellone 2015 – 2

Prima che agosto entri nella sua zona calda, completiamo la rassegna dei consigli per l’estate con altri cinque best seller degni di nota da leggere sotto l’ombrellone.

La donna in biancoIl primo, di Wilkie Collins, dal titolo “La donna in bianco”, ci presenta un poliziesco, un mystery novel d’altri tempi, essendo stato scritto nel 1859 e pubblicato a puntate per tutto un anno sui giornali dell’epoca. Una storia che si basa su intrighi, inganni, scambi di persona e verità soffuse e mai del tutto chiare, anche perché il romanzo presenta di volta in volta la versione dei fatti da parte dei protagonisti, che ne sono in effetti i narratori. Una storia che ha affascinato prima i lettori dell’età vittoriana e poi giù giù fino ad arrivare a noi, che grazie a Fazi conosce finalmente una degna riedizione e che in questo secolo e mezzo di storia ha visto numerosi adattamenti anche per il mondo dello spettacolo, come ci illustra in questa pagina Wikipedia.

Rimaniamo nell’ambito del thriller recensendo “Il caso Bellwether” Il caso Bellwetherdi Benjamin Wood, là dove “thriller” andrà a significare la tensione narrativa e la partecipazione crescente del lettore via via che le pagine scorrono, piuttosto che non delitti efferati e detective geniali. No, il mondo che l’esordiente autore ci presenta è quello ordinario di Oscar, che sentirà suonare Iris Bellwether e se ne innamorerà, venendo quindi in contatto con il mondo di lei e soprattutto con il di lei fratello Eden, personaggio misterioso, affascinante e seducente che terrà in scacco le sorti di tutti, lettore compreso. Un romanzo di esordio interessante e ben scritto, un viaggio giocato tra genio e follia, fede e ragione che forse le parole dell’autore stesso vi aiuteranno a inquadrare un po’ meglio in questa intervista.

Lasciamo adesso le atmosfere cariche di suspance e i libri dal ritmo La vigna di Angelicaserrato per addentrarci in trame di tutt’altro genere, votate al sentimento e all’amore, perché anche le lettrici vogliono essere consigliate e soprattutto la folta schiera di fan di Sveva Casati Modigliani, che con “La vigna di Angelica” dimostra come sempre di sapere come si scrive un libro da classifica. La storia è un tributo alle tante donne imprenditrici del nostro paese che, come Angelica Brugliani, sono a capo di aziende e di marchi prestigiosi, in questo caso di un vino pregiatissimo. Angelica ha tutto ciò che una persona potrebbe desiderare: fama, denaro, una famiglia da amare, ma molte sono anche le zone d’ombra che la circondano, e l’incontro – l’incidente automobilistico ne nosro caso – con lo chef internazionale Tancredi d’Azaro, sarà la classica scintilla che costringerà Angelica a mettere in discussione tutta la sua vita e a interrogarsi sulla possibilità di un nuovo inizio.

Amore e passione sono anche le componenti del libro “Il Il miniaturistaminiaturista” di Jesse Burton, ambientato nella Amsterdam del XVII secolo. La storia è quella di Petronella Oortman, diciottenne che lascia la casa paterna per andare in sposa all’illustre mercante Johannes Brandt, il quale però la tratta con distacco e sufficienza. Unico appiglio che le viene dato è uno strano compito: l’arredamento della miniatura della casa in cui vivono. Nella non ha scelta e si rivolge all’unico miniaturista di Amsterdam, una figura enigmatica che con la creazione degli oggetti necessari saprà portare alla luce i lati oscuri di casa Brandt, storie di amore e tradimento, rancori e ossessioni, sesso e sete di ricchezza.

L'intestino feliceConcludiamo questa breve rassegna cambiando ancora genere, ma stavolta lo cambiamo del tutto, infatti lasciamo la narrativa e ci addentriamo nella saggistica per presentare un libro che potrà dare molti spunti per il benessere quotidiano di ognuno di noi. Ne “L’intestino felice” la giovane divulgatrice tedesca Giulia Enders riesce a parlare di un tema importante e attuale per tutti come la cura di noi stessi e dei nostri organi principali, in modo fresco e divertente. E sì che il compito è fondamentale, perché l’intestino è responsabile di molto del nostro benessere e conoscerlo e volergli bene è in fondo un modo per preservarci da malattie e disturbi per ottimizzare il funzionamento di quella meravigliosa macchina che è il nostro corpo. “L’intestino felice è un viaggio istruttivo e divertente attraverso il sistema digestivo. Scopriremo perché ingrassiamo, perché ci vengono le allergie e perché siamo tutti sempre più colpiti da intolleranze alimentari.”

Con questo è veramente tutto e il libraio, in procinto di partire anche lui per il mare, è lieto di avervi dato un bel po’ di consigli per trascorrere le vostre vacanze in compagnia di un bel libro. Buona lettura e buone vacanze a tutti.

Dite la vostra