Consigli per gli adolescenti: le serie – 1

Oggi ci occupiamo di una fascia di età che, terminato il periodo aureo delle scuole elementari e fatto trionfale ingresso alle medie, improvvisamente e misteriosamente si dimentica quasi del tutto che leggere sia un piacere e relega questa gloriosa attività tra le cose che si devono fare e la bolla inesorabilmente di pallosaggine.

La scoperta del libroLa nostra missione è di far riscoprire il piacere della lettura e quindi, facendo lo slalom tra i testi imposti dalla scuola e dai professori (giustamente direi, ma questo è un altro argomento), andremo a parlare di serie famosissime che hanno già incontrato i gusti di migliaia di ragazzi in giro per il mondo affinché anche i ritardatari possano beneficiarne e lo faremo in questo e in un prossimo articolo, visto che le serie di cui parlare sono davvero tante.

Partiamo dunque da una serie già vecchia di alcuni anni e che ora si trovaUlysses Moore in versione super economica a € 9,90 per ragazzi, una storia che si dipana in dodici volumi. Signore e signori, con protagonisti due ragazzi e una ragazza, la più classica delle avventure per giovani lettori, con pericoli, enigmi, labirinti e tesori: Ulysses Moore.

Parliamoci chiaro: a me le serie non piacciono, preferisco le storie che, per quanto lunghe, iniziano e finiscono all’interno di un unico volume e che non si rimpallano di libro in libro per non si sa quanto tempo. Bene, fatta questa premessa, aggiungo anche che non mi piacciono nemmeno i vampiri, per cui cercare di farmi parlare del Crepuscolo di Stephanie Meyer o dei Diari di Lisa Ann Smith è pura fatica sprecata.

Percy Jackson

Percy Jackson

Bene, fine dei preamboli, torniamo a parlare di libri e lo facciamo chiamando in causa un personaggio introdotto e poi lasciato lì qualche articolo fa (esattamente in questo), quando si parlava di mitologia: esattamente, faccia il suo ingresso sul carro trionfale scortato dai fulmini di Zeus Percy Jackson. Questo ragazzo ne ha fatta di strada: ha affrontato divinità e titani e sconfitto mostri e abomini; poi si è riposato e per finire la giornata ha anche girato due film, di cui questi sono i trailer: Il Ladro di Fulmini e Il Mare dei Mostri.

Dopo Hulisses e Percy di che cosa potremmo parlare ora se non dell’altra metà del cielo? Niente di più facile: in attesa dell’uscita cinematografica del terzo e ultimo capitolo della saga, chi ci fa ora compagnia è la Ragazza di Fuoco in persona, Katniss qualcosa, protagonista della serie di Hunger Games (di cui avevamo già parlato qui): un futuro distopico, un regime tirannico e una ragazza che sarà il catalizzatore della rivolta di un mondo intero oppresso.

Riflettendo in modo più generale su molti libri per ragazzi emerge quasi ovunque la medesima struttura: un mondo in mano ad un cattivo, un/una ragazzo/a prescelto/a, un’avventura con prove e pericoli, la lotta finale e la sconfitta delle forze maligne. Sì, signori, è esattamente la struttura tipica della fiaba e si trova anche tranquillamente nelle proposte per adulti: magari un po’ edulcorati, ma chi sono il serial killer e l’ispettore se non il lupo cattivo e il cacciatore? Già già, niente di nuovo sotto il sole: da sempre abbiamo bisogno di riconoscere un cattivo esterno per incolparlo di tutto il male e per poi eliminarlo sotto l’egida di una giustizia assoluta.

Divergent

Ma stiamo divagando: eravamo rimasti alle protagoniste femminili e ai futuri distopici e abbiamo visto che ci piacevano, vero? Bene, manteniamo la trama sottostante e cambiamo storia e personaggi: pronti? Ci stiamo per immergere nelle vicende di Divergent, Insurgent e Allegiant di Veronica Roth dove Beatrice Prior deve combattere per salvare la propria identità “divergente” e quindi pericolosa in un mondo dove invece i ruoli sociali sono rigidamente costruiti e mantenuti. Anche qui abbiamo a disposizione la versione cinematografica per chi non avesse voglia di leggersi il libro (lo so, è terribile, ma spesso ai ragazzi lo sento dire), anche se, così facendo in realtà quel libro se lo stanno solo facendo raccontare da qualcun altro e prendono informazioni di seconda mano, ma tant’è: prima o poi lo scopriranno da soli che cosa è meglio (qui il link al trailer).

Per il momento ci fermiamo: appuntamento con la seconda parte delle serie per ragazzi.

Dite la vostra